Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
transparency
trainwithmaxlogobianco
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
CrossFit-Royston-barbell

Come pianificare un riscaldamento - seconda parte

2020-07-20 09:31

Massimiliano Maola

Trainwithmax, #running #run #runner #fitness #runners #training #instarunners #runningmotivation #trailrunning #runnersofinstagram #k #sport #marathon #motivation #workout #runhappy #instarun #garmin #instarunner #fit #triathlon #gym #trail #nike #laufen #marathontraining #fitnessmotivation #corridaderua #runnersworld,

Come pianificare un riscaldamento - seconda parte

( qui trovi la prima parte dell'articolo https://www.trainwithmax.it/blog/post/26760/come-pianificare-un-riscaldamento---prima-parte ) RISCALDARSI GRA

( qui trovi la prima parte dell'articolo 

https://www.trainwithmax.it/blog/post/26760/come-pianificare-un-riscaldamento---prima-parte )

 


RISCALDARSI GRADUALMENTE Non esaurirti ( conserva la tua energia ). La combinazione degli esercizi dovrebbe permetterti di aumentare gradualmente l’intensità fino all’inizio dell’allenamento.

ALTERNARE IL LAVORO  Alternare gli esercizi, ( aggiungendo quindi variabilità alla fase di riscaldamento ), è un imperativo, sia fisicamente che fisiologicamente. Dovresti eseguire quegli esercizi che coinvolgono il sistema cardiorespiratorio così come gli esercizi mirati all’attivazione dei diversi distretti muscolari e delle articolazioni maggiormente coinvolti nell’allenamento. In questo modo l’intero corpo e gli esercizi sono combinati nel riscaldamento in un modo variegato.

✔ in funzione dell’ora:
  1. riscaldamenti eseguiti nelle prime ore del mattino o in tarda serata dovrebbero essere più lunghi e oggetto di maggiore attenzione rispetto a quelli svolti nelle ore centrali del giorno.
  2. tenere conto della situazione psicologica della persona (ad esempio, problemi personali).

✔ in base alla tipologia di allenamento pianificato:
  1. per gli allenamenti in cui è prevista un’intensità massima, pianificare un riscaldamento che non esaurisca le riserve energetiche e quindi stanchi il corpo ancor prima di iniziare.
  2. negli anni 70’ venne suggerito un riscaldamento con una durata tra i 15 e i 30 minuti ( anche più lungo se il tipo di allenamento lo richiede ).
  3. per un allenamento breve e alla massima intensità il riscaldamento dovrebbe essere focalizzato e durare almeno 20 minuti.
  4. per allenamenti lunghi ma di bassa intensità una breve sessione di riscaldamento ( anche meno di 10 minuti ) dovrebbe essere sufficiente.

Si, il riscaldamento è una tappa obbligatoria, la prima, per un allenamento perfetto!

MM
500643473841696590236102154146319097135104n-1595230242.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder