Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
transparency
trainwithmaxlogobianco
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
CrossFit-Royston-barbell
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 

Affondi: errori #1

2020-12-11 13:55

Massimiliano Maola

Glutes' Lab, Trainwithmax, #glutei #fitness #allenamento #gambe #workout #cellulite #palestra #benessere #addominali #personaltrainer #tonificazione #gym #fitnessmotivation #sport #allenamentofunzionale #palestratime #dimagrire #squat #bellezza #dieta #salute #muscoli #corpo #allenamentoacasa #addome #fitnessgirl #training #fianchi ,

Affondi: errori #1

Nell'analisi degli errori più comuni, che si evidenziano durante l’esecuzione degli affondi, partiremo dal classico “non superare con il ginocchio la

Nell'analisi degli errori più comuni, che si evidenziano durante l’esecuzione degli affondi, partiremo dal classico “non superare con il ginocchio la verticale della punta del piede”.

Di base, questa indicazione non è sbagliata ma, come sempre, è necessaria una contestualizzazione.

Il consiglio allude a eventuali forze di taglio che andrebbero a interessare – tassare - l'articolazione del ginocchio.

Innanzitutto andrebbe valutata l’entità dell’errore di esecuzione perché un superamento di pochi centimetri, in caso di un'articolazione sana, con legamenti integri, non costituisce certamente un grande problema.

Al contrario, il problema sussiste quando non si tratta più di pochi centimetri ma, soprattutto, quando si parla di soggetti con sindrome femoro-rotulea, detta anche patello-femorale.

Tra le cause di questa patologia non possiamo non considerare anche il sovraccarico dell'articolazione dovuto, appunto, a una esecuzione dell’affondo non proprio ottimale.

Il dolore è in genere localizzato a livello anteriore del ginocchio. Dolore durante e/o dopo l'attività fisica. Dolore quando si salgono e scendono le scale, soprattutto quando si scendono.

Ma l’errata esecuzione dell’esercizio, ovvero andare troppo oltre la punta del piede, può inficiare anche l’efficacia dell'esercizio e questo succede tutte le volte che, anche a causa di una rigidità importante della caviglia, si verifica il distacco del tallone dal terreno.

Perchè? In questo caso si verifica un coinvolgimento eccessivo dei muscoli estensori di caviglia (polpaccio) sia nella fase di spinta e sia nella fase di avanzamento, mentre il target dell'esercizio sono e rimangono glutei e quadricipiti.

In conclusione, il consiglio ha una sua logica, e non è certamente sbagliato, ma attenzione a non fare terrorismo.

16-1607691253.png
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder